Categorie

I più venduti

Marchi

Our stores

Our stores

Laezza opera con successo da oltre cento anni nel settore della vendita e della distribuzione di articoli e arredamenti medicali e sanitari e forniture mediche

Controllo udito, otoscopia e audiometria. Prevenire per non incorrere in deficit cognitivi.

Controllo udito, otoscopia e audiometria. Prevenire per non incorrere in deficit cognitivi.

Attraverso un esame otoscopico è possibile verificare lo stato di salute del canale uditivo esterno.

L'esame otoscopico, che avviene normalmente per mano di un otorino laringoiatra che utilizza un otoscopio, tipo Heine Mini 3000Heine Beta 200 a fibre ottiche, permette di identificare alcune patologie, in alcuni casi anche gravi, come un tumore, che potrebbero essere causa della perdita dell'udito, e, di conseguenza, delle capacità cognitive di una persona.

Proprio in questi giorni è stato pubblicato uno studio scientifico sulla rivista JAMA Otolaryngology-Head & Neck Surgery.

Lo studio ha preso in considerazione circa 6000 over 50.
Il Prof. Justin Golub, del reparto di chirurgia otorinolaringoiatrica del NewYork Presbyterian Columbia University, tra i principali relatori, per far meglio comprendere la relazione tra deficit uditivo e cognitivo, l'ha paragonato all'attività sportiva di un corridore costretto a riflettere prima di ogni falcata per stabilire dove posare il piede.

Le persone con un udito “normalmente” funzionante, ma non in grado di distinguere rumori lievi, come un fruscio, venivano penalizzate nel punteggio finale rispetto a chi aveva invece un udito perfetto. Proprio a queste persone è stato consigliato di ricorrere preventivamente a un apparecchio acustico per evitare una degenerazione del calo d'udito e, di conseguenza, delle capacità attentive, causa, a loro volta, anche di problemi di socializzazione e, di conseguenza, di un peggioramento significativo della qualità della vita.

Lascia un commento

* Nome:
* E-mail: (Non verrà reso pubblico)
* Commento: