Categorie

Our stores

Our stores

Laezza opera con successo da oltre cento anni nel settore della vendita e della distribuzione di articoli e arredamenti medicali e sanitari e forniture mediche

Laezza

Tamponi rapidi Covid fai da te: i consigli per l'auto test a casa e gli errori da evitare (per non falsare il risultato)

Tamponi rapidi Covid fai da te: i consigli per l'auto test a casa e gli errori da evitare (per non falsare il risultato)

Sempre più spesso, in questi giorni, stiamo assistendo ai richiami da parte di tanti soggetti impegnati nella prevenzione e lotta al covid 19 relativamente ai risultati spesso falsati degli auto test per la diagnosi del sars-cov-2.

Le persone si chiedono spesso se questo tipo di tampone sia realmente efficace ma, in realtà, la domanda da farsi dovrebbe essere: “abbiamo realmente capito come eseguirlo per ottenere un risultato corretto”?

E' infatti molto facile incorrere in errori che possono falsarne il risultato. Vediamo quali sono.

Tamponi fai da te, cosa sapere e gli errori da evitare

Il primo problema riguarda la conservazione del test che non va mai sottoposto a temperature troppo elevate. Ciò rende l'auto test per covid 19 assolutamente poco attendibile. Da evitare, quindi, la vicinanza ad un calorifero o altre fonti di calore, soprattutto in questo periodo.

Il secondo problema è relativo alle istruzioni presenti nel rapid test sars cov 2 da tampone.

Per eseguirlo correttamente il tampone va inserito in entrambe le narici fino a 2,5 centimetri dal bordo delle stesse, ruotandole almeno cinque volte lungo la mucosa al fine di raccogliere correttamente il muco nasale. E' un'operazione un po' fastidiosa e ciò determina, da parte di molti, un inserimento non sufficientemente profondo ed efficace.

Il terzo problema ha a che fare con le tempistiche di esecuzione del Test Covid 19 Antigene - Self Test in conf. singola (acquistabile da tutti). Spesso, infatti, lo eseguiamo subito dopo aver appreso di essere stati in contatto con una persona positiva. In realtà occorre attendere qualche giorno di incubazione, da 4 a 5, per fare in modo che l'infezione si manifesti e venga correttamente rilevata dal tampone.

Ricordate infine che esiste un rischio contaminazione. Prima di eseguire il test è opportuno sanificare le mani e poggiarlo su un piano sterile. Le estremità del tampone non vanno mai toccate. Se cade in terra è meglio gettarlo e non usarlo più.

Lascia un commento

* Nome:
* E-mail: (Non verrà reso pubblico)
* Commento: